Diritto di prelazione agraria: la consacrazione del principio della temporanea irrevocabilità della proposta

In occasione di una recente pronuncia del 22 giugno 2016, n. 12883, riprendendo il principio della “temporanea irrevocabilità della proposta” già precedentemente sancito con la sentenza n. 10429/1991, la Suprema Corte ha avuto modo di ribadire che: “il diritto di prelazione agraria si esercita secondo lo schema normativo di cui agli artt. 1326 e 1329 c.c. e la denuntiatio non è revocabile durante il termine di trenta giorni previsto per l’accettazione della proposta”.

Indietro